Morta in Pakistan,anche cugino coinvolto

Oltre al padre, allo zio e a un fratello, anche un cugino di Sana Cheema è coinvolto nell'omicidio della 25enne di origini pakistane, uccisa in patria lo scorso 18 aprile e poi sepolta perchè rifiutava il matrimonio combinato. Il cugino sarebbe l'autista che ha trasportato il cadavere. Nella serata di ieri Mustafa Ghulam, il padre 55enne, il fratello Adnan Cheema, non ancora 31 anni, e uno zio, Iqbal Mazhar, sono stati fermati mentre stavano scappando verso l'Iran.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gandosso

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...